Premio Stendhal per la traduzione 2016

LETTERATURA

Ludovico Ortona, presidente della Fondation Nuovi Mecenati ha consegnato il 23 novembre al Palazzo Farnese la menzione giovane del Premio Stendhal à Camilla Diez per la traduzione di “Tram 83” di Fiston Mwanza Mujila (ed.nottetempo)

Il Premio Stendhal per la traduzione, è il nuovo premio letterario dell’Institut français Italia e del servizio di cooperazione e di azione culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia che intende valorizzare l’eccellenza nel campo della traduzione dal francese all’italiano. Il riconoscimento, è sostenuto dalla Fondazione Nuovi Mecenati. 

Il Premio Stendhal è destinato alle opere letterarie (narrativa, teatro, poesia) francesi tradotte in italiano. Esso riconosce sia la qualità della traduzione che quella dell’opera originale. La giuria valuta l’interesse e l’importanza dell’opera in quanto tale, la difficoltà della traduzione e la sua riuscita, e infine la qualità del lavoro editoriale.

Il Premio è composto di due categorie:

— Il Premio Stendhal (dell’ammontare di 5.000 €) conferito a un traduttore e alla casa editrice italiana corrispondente

— La menzione “Giovane” (dell’ammontare di 2.000 €) è rivolta a un giovane traduttore, dando priorità ai candidati di meno di 35 anni.

I finalisti sono stati selezionati da una prestigiosa giuria, tra oltre 70 traduzioni italiane di opere francesi. Presieduta dal poeta, scrittore e traduttore Valerio Magrelli e composta da Emanuele Trevi, scrittore, Rossana Rummo, Direttore Generale della DG Biblioteche e Istituti Culturali del MIBACT, Barbara Meazzi, presidente della Società degli Italianisti dell’Istruzione Superiore in Francia,Stefano Montefiori, giornalista corrispondente del Corriere della Sera a Parigi, la giuria valuta l’interesse e l’importanza dell’opera in quanto tale, la difficoltà della traduzione e la sua riuscita, e infine la qualità del lavoro editoriale.

I vincitori dell’ edizione 2016