Testimonianze

Una collaborazione attenta e proficua quella con la Fondazione Nuovi Mecenati che ha permesso ad Uovo performing arts festival di ospitare a Milano Jérôme Bel, uno degli artisti più geniali e irriverenti della scena francese.

Umberto Angelini
Direttore artistico Uovo performing arts


Altran Italia riconosce l’importanza del sostegno e della diffusione della creatività e delle espressioni artistiche. Sono manifestazioni della cultura e pertanto concorrono allo sviluppo e al benessere dell’intera Comunità, che Altran Italia persegue attraverso le attività di Corporate Responsability.
Per questo motivo ha deciso di far parte della Fondazione Nuovi Mecenati finanziando numerosi progetti di musica, teatro, cinema e arti visive.

Marcel Patrignani
Presidente Direttore generale Altran Italia Spa


 Dal 2008 la Fondazione Nuovi Mecenati sostiene il Teatro delle Moire nella realizzazione di Danae Festival. Questa collaborazione è stata un’occasione importante per poter continuare la nostra esplorazione della scena contemporanea francese ed ha permesso di presentare a Milano lavori di artisti di grande talento a volte ancora sconosciuti al pubblico italiano.
Le relazioni allacciate nel corso di questi anni hanno permesso inoltre l’ingresso di Danae Festival, a partire dal 2012, in una rete internazionale di festival il cui capofila è un partner di area francese.

Attilio Nicoli Cristiani
Associazione Teatro delle Moire (Cusano Milanino)


La Fondazione Nuovi Mecenati, nel 2014, è stata un interlocutore fondamentale non solo per la realizzazione di Segni d’infanzia festival internazionale per le nuove generazioni ma anche per l’impulso che quest’investimento dà alla cultura in generale.
Sapere che ci sono aziende che credono nella cultura e sostengono gli artisti del proprio paese anche oltre confine permette di conferire un respiro veramente Europeo alle progettualità che cerchiamo di tessere da anni.
Abbiamo così potuto realizzare un progetto organico e strutturare relazioni con il pubblico e con gli operatori che stanno già portando i loro frutti nel 2015.

Cristina Cazzola
Direttrice artistica Segni d’infanzia


Lo spettacolo di Cie 111 PLAN B di Aurélien Bory e Phil Soltanoff programmata per la prima edizione della Francia in Scena 2015 ha ottenuto un buonissimo successo, in particolar modo per la forte presenza di pubblico giovane, che solitamente non frequenta la programmazione della sala grande del Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Oltre alla partecipazione della città, c’è stata una forte partecipazione anche di provincie limitrofe (Catania e Siracusa). Il pubblico ha molto gradito la proposta dello spettacolo PLAN B, accogliendo con lunghi applausi ed ovazioni la compagnia. Gradito anche l’incontro pubblico con Aurélien Bory e Phil Soltanoff, moderato da Vincenza Di Vita (docente di teoria e tecniche dell’attore, Dipartimento CSECS dell’Università di Messina).
Il Teatro Vittorio Emmanuele di Messina rinnova l’intenzione di continuare la programmazione sui nuovi linguaggi del circo e della danza, per ampliare la propria offerta culturale mirando alla crescita del proprio pubblico e alla formazione di un pubblico nuovo.
Il sostegno della Fondazione è ovviamente significativo non solo dal punto di vista economico ma è stato ancor più importante per creare una rete nel territorio che permetta soprattutto di sviluppare l’aspetto promozionale e d’immagine.

Corrado Russo, direttore artistico dell’Ente Autonomo Regionale
Teatro Vittorio Emmanuele di Messina